ALOA | Associazione Ludica Ordine Architetti Roma | P.zza Manfredo Fanti, 47 | 00185 Roma | aloa@architettiroma.it

L’Istruttoria – di P. Weiss

 

L’ISTRUTTORIA

di P. Weiss

Un progetto di
Massimo e Roberto Marafante

Sabato 7 febbraio alle ore 21

Parco Museo Ferroviario della Stazione di Porta San Paolo
ingresso Piazzale Ostiense 11 – uscita via B. Bossi 7

Nel 2015 ricorrono i 70 anni dallo smantellamento dei Lager che furono la tragica e macabra espressione del nazismo. Nel 2015 ricorre il 50° anniversario della conclusione del processo di Francoforte (20 dicembre 1963 – 20 Agosto 1965) contro un gruppo di SS funzionari del Lager di Auschwitz. Al processo assistette il drammaturgo Peter Weiss.

Dai racconti dei testimoni e degli imputati di crimini inconcepibili, di tentativi di giustificare tali orrori come semplice conseguenza di ordini e doveri, Weiss trasse “L’Istruttoria – oratorio in 11 canti”.

Una materia dolorosa e incandescente che si trasforma in un impianto drammaturgico asciutto, teso, immediato, senza moralismi o patetica emotività che lascia risuonare quelle parole dette nell’aula di un tribunale in versi liberi, fatti anche di una sola sillaba.
La testimonianza di un viaggio all’Inferno che inizia con l’arrivo di un treno e finisce in un forno crematorio. Come ci avverte l’autore, lo spettacolo non deve svolgersi in un tribunale, ma in uno spazio “non teatrale”che abbiamo individuato nel “Parco del Museo dei Trasporti” all’interno e all’esterno di tram d’epoca.

Il pubblico non deve sentirsi protetto dalla distanza del palcoscenico, ma partecipa e viene coinvolto dalle strazianti testimonianze dei carnefici e delle vittime.
La rappresentazione non vuole suscitare pietà, ma emozione profonda e sdegno morale ricordandoci che l’ “Olocausto” continua ancora oggi, sotto varie forme, ma con lo stesso obiettivo: annientare culture e generi dell’umanità considerati “diversi”.

“Olocausto”significa “Sacrificio Totale”, cioè l’annientamento della vittima sull’altare attraverso il fuoco, come i corpi dei deportati nei forni crematori.

disponibilità:
max 30 posti al costo di  20 euro  per  i soci ALOA e 25 euro per i non iscritti

Scadenza prenotazioni e pagamento venerdì 23 gennaio 2015

Prenotazione da effettuarsi tramite email a: cultura.aloa@architettiroma.it

Effettuata la richiesta, una email indicherà le modalità di pagamento.

 

 

Menu
×
MENU